MESSINA – Santa Eustochia Smeralda ci indica qual è la vera identità dei cristiani

Redazione1
di Redazione1 gennaio 23, 2017 23:30

MESSINA  – Santa Eustochia Smeralda ci indica qual è la vera identità dei cristiani

Celebrato solennemante il 532° “Dies Natalis” di  Santa Eustichia Smeralda, alla presenza del nuovo Arivescovo, mons. Giovanni Accolla, alla sua prima apparizione ufficiale in pubblico dopo quella dell’insediamento del 7 gennaio.

“Il cuore della spiritualità di Santa Eustochia è l’amore per il S. Eustochia ° CopiaCrocifisso; cui l’umile clarissa messinese ha affidato tutta se stessa. In tal modo ella ci fa imparare cosa significa possedere la bellezza interiore e il grande dono di essere veri discepoli del Signore. Il messaggio centrale del Cristianesimo, infatti, è quello della Croce, da cui ci proviene l’invito a fare una scelta di vita radicale senza compromessi”.

Così, il nuovo Arcivescovo – nella sua omelia proferita durante la solenne celebrazione del 532° Dies Natalis della grande mistica francescana – con parole chiare e toni decisi, va subito dritto al nocciolo della questione: la responsabilità di essere tutti persone conformi alla vera identità cristiana. “Perché” – Accolla celebra 2 ° Copiaha sottolineato mons. Giovanni Accolla – “la Chiesa, di cui facciamo parte, nasce ai piedi della Croce; per cui quando si dimentica questa realtà su cui si fonda la nostra fede, si diventa paladini dei propri diritti, dei propri interessi, profitti ed egoismi”.

Continuando nel suo discorso denso di richiami evangelici, il Presule ha messo poi in evidenza come Santa Eustochia, nel seguire totalmente la Croce di Gesù, ci insegna anche che la fede che professiamo, quali cattolici responsabili nel mondo di oggi, significa soprattutto essere pronti ad esercitare concretamente l’amore e il sacrificio: fattori basilari che stanno al centro delle esigenze di comunità familiari e sociali. A tal proposito, mons. Accolla ha richiamato a riflettere seriamente IMG_1830 ° Copiasull’importanza che ha l’atteggiamento donativo dei cattolici, perché si sappia andare oltre i “percorsi di comodo” e vivere nel concreto la fede “oltre i doveri di culto” e le “occasioni sporadiche”.

Ha poi ricordato che “non occorrono tanto predicatori”, né verbosità intellettualistiche, quanto invece il “linguaggio” fattivo della testimonianza quotidiana di fedeltà, amore e solidarietà verso il prossimo. E ai sindaci della città metropolitana che hanno portato l’olio per la lampada votiva, mons. Accolla si è così rivolto: “voi amministratori dovete consumarvi per la vostra gente come l’olio che avete donato, così come i cittadini devono farlo per le loro comunità”.

Alla solenne celebrazione eucaristica nella chiesa di Montevergine, che IMG_1789 ° Copiaha visto la prima partecipazione ufficiale di mons. Accolla ad un rito pubblico, dopo quella di insediamento del 7 gennaio in Cattedrale, erano presenti numerosissimi fedeli, gli Ordini gerosolimitani di Malta e del Santo Sepolcro, Arciconfraternite, Confraternite e Associazioni ecclesiali. La celebrazione liturgica, animata dalla corale “Eugenio Arena” e diretta da Giulio Arena, ha avuto un momento significativo e suggestivo, all’atto dell’offerta dell’olio benedetto per la lampada votiva da parte dei comuni di Antillo, Casalvecchio Siculo, Forza D’Agrò, Limina, Roccafiorita, S. IMG_1842 ° CopiaAlessio Siculo, S. Teresa di Riva, Savoca; quindi l’accensione della lampada votiva e l’atto di affidamento dei comuni della città metropolitana a Santa Eustochia Smeralda.

 

Domenica mattina, 22 gennaio, nella chiesa di Montevergine, le commemorazioni liturgiche per il Dies Natalis della clarissa messinese si sono concluse con una celebrazione Eucaristica, presieduta don Cesare e Accolla °dall’Arcivescovo mons. Giovanni Accolla, animata dal coro S. Maria dei Miracoli diretto da Giacomo Arena. Durante la funzione liturgica la Confcommercio ha reso omaggio a S. Eustochia, patrona dell’Unione generale dei commercianti di Messina; il Picciotto 3 °presidente provinciale di Confcommercio, Carmelo Picciotto, ha rinnovato l’atto di affidamento della categoria, offrendo il “cero votivo”, quale espressione di fede, devozione e gratitudine alla Santa.

 

A.M.

 

Copia di 1878 C.°L Copia di 1893 °

Redazione1
di Redazione1 gennaio 23, 2017 23:30


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Nonna Ada ce la fa! A 104 anni sconfigge il coronavirus e torna a recitare il suo Rosario
    Appena guarita, tra le prime cose che ha fatto questa super nonnina dalla grandissima fede, è stata la preghiera alla Madonna! A 104 anni, dopo due guerre, ha superato anche la battaglia contro il coronavirus. Ed è una delle più anziane sopravvissute al mondo a questa pandemia. La sua storia è ancora più eccezionale poiché […]
    Gelsomino Del Guercio
  • 11 gioie nascoste della quarantena
    E non riguarda solo il fatto di stare tutto il giorno in pigiama! Molti sono ormai da giorni chiusi in casa per rispettare le misure di contenimento del contagio del COVID-19, e anch’io sono da tre settimane in isolamento nel mio appartamento con quattro figli tra i 12 e i 21 anni. È un’esperienza che […]
    Cerith Gardiner
  • La levitazione di Suor Candida di Gesù, trattenuta in aria dal suo angelo
    Un fenomeno straordinario per la santa spagnola, canonizzata da Benedetto XVI, riportato nelle testimonianze del suo processo di canonizzazione Juana Cipitria y Barriola nacque in Spagna a Berrospe il 31 maggio1845 e morì il 9 agosto1912 a Salamanca, fondatrice sotto il nome di Candida Maria di Gesù della congregazione delle Figlie di Gesù di Salamanca. […]
    don Marcello Stanzione
  • L’Angelus della domenica delle Palme. Il Papa: Stringiamoci spiritualmente a chi soffre
    Cari fratelli e sorelle, prima di concludere questa celebrazione, desidero salutare quanti vi hanno preso parte attraverso i mezzi di comunicazione sociale. In particolare, il mio pensiero va ai giovani di tutto il mondo, che vivono in maniera inedita, a livello diocesano, l’odierna Giornata Mondiale della Gioventù. Oggi era previsto il passaggio della Croce dai […]
    Aleteia
  • Omelia di Papa Francesco per la Domenica delle Palme
    “Davanti a Dio che ci serve fino a dare la vita, chiediamo la grazia di vivere per servire” Pubblichiamo di seguito l’omelia che Papa Francesco ha pronunciato in occasione della Domenica delle Palme, dopo la proclamazione della Passione del Signore secondo Matteo: * * * Gesù «svuotò se stesso, assumendo una condizione di servo» (Fil […]
    Sala Stampa della Santa Sede
  • Vivere in casa il Lunedì Santo
    Aleteia si mobilita per proporvi – col concorso della rivista Magnificat – di celebrare questo secondo giorno della Settimana Santa con una celebrazione della Parola di Dio. Indicazioni per l’uso: Se si è soli, è preferibile leggere semplicemente le letture e le orazioni della messa della domenica nel messalina e/o seguire la messa in televisione. […]
    Aleteia
  • 🚨LIVE 🚨 Santa Messa e Angelus con il Papa nella Domenica delle Palme
    La Santa Sede si appresta a vivere una Settimana Santa del tutto speciale a causa della crisi sanitaria che il mondo sta vivendo per la diffusione del coronavirus: tutte le celebrazioni, dunque dalla Domenica delle Palme alla Pasqua di Resurrezione, che si celebrerà il 12 aprile, compresa la Via Crucis del Venerdì Santo, saranno celebrate […]
    Aleteia
  • In questo tempo incerto, scopri le 8 “Beatitudini digitali” che ti avvicinano a Gesù
    Provate a seguire questi consigli dell’arcidiocesi di Torino per trascorrere con serenità e fede questo periodo a casa, in cui siamo spesso connessi su smartphone e pc Il servizio per l’Apostolato digitale dell’arcidiocesi di Torino propone otto Beatitudini per vivere con sapienza una situazione in cui il web è diventato ancora più indispensabile nelle nostre […]
    Gelsomino Del Guercio
  • 10 idee per decorare la vostra casa per la Settimana Santa e per Pasqua
    Non potendo andare in chiesa, quest’anno possiamo fare della nostra casa un luogo ancor più speciale e adatto a crescere nella vita interiore, lavorando in famiglia La maggior parte di noi non può andare in chiesa per via della quarantena o del confino per evitare il contagio da coronavirus. Nella Settimana Santa, questo rappresenta per […]
    Adriana Bello
  • Quando non è possibile assistere alla sepoltura di una persona cara
    Bisogna lasciare che i morti seppelliscano i loro morti? Il coronavirus sta facendo sì che molte persone non possano congedarsi da un familiare o un amico defunto come avrebbero fatto in altre circostanze, accompagnandolo al momento della morte e assistendo alla sua sepoltura. Ci sono sacerdoti che stanno celebrando “funerali espressi” di pochi minuti da […]
    Aleteia

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 242:
    • 188:
    aprile: 2020
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  

    Login