MESSINA – Un devoto ricordo di Mons. Francesco Sgalambro, vescovo emerito di Cefalù (di Anastasio Majolino)

Redazione1
di Redazione1 agosto 16, 2016 22:20

MESSINA – Un devoto ricordo di Mons. Francesco Sgalambro, vescovo emerito di Cefalù (di Anastasio Majolino)

Già cappellano del monastero di Montevergine, docente di filosofia nel seminario arcivescovile di Messina e vescovo ausiliare della stessa arcidiocesi

F. Sgalambro 2La scomparsa di mons. Francesco Sgalambro, vescovo emerito diCefalù, lascia un grande vuoto nella Chiesa messinese e nella città tutta. E’ venuto a mancare all’affetto devoto di moltissimi estimatori un uomo pio, dotto, zelante e di una bontà d’animo infinita. Le spiccate qualità umane e spirituali che caratterizzavano la sua personalità, fra cui disponibilità, affabilità, viso sempre sorridente, ne facevano un formidabile interprete dell’amore evangelico, sempre rivolto verso il prossimo con cui si relazionava con immediatezza più come fratello che come padre. Idimenticabili ed edificanti quei suoi fervorosi sermoni, incentrati nell’appassionato invito al totale abbandono nelle braccia della Divina Provvidenza.

Fra i tratti più significativi che qualificavano il modello espressivo del suo ministero di sacerdote e poi di vescovo, spiccavano l’umiltà, la semplicità, la profonda spiritualità e la solerte dedizione a beneficio delle anime a lui affidate. Queste doti di intensa religiosità, che animavano la vita vocazionale di mons. Sgalambro – vocazione cheMonastero Monteverg. si ispirava al misticismo francescano di Santa Eustochia – sono state spese proficuamente a beneficio delle Clarisse del monastero di Montevergine, di cui mons. Sgalambro è stato  cappellano per più di quarantadue anni. Ed è stato  proprio durante questo suo delicato incarico –  Sgalambro era allora vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Messina, Lipari e S. Lucia del Mela – che  gli è toccato svolgere il compito molto importante di presidente dello storico comitato, predisposto per preparare l’evento della canonizzazione della clarissa messinese Eustochia Smeralda Calafato (prima canonizzazione celebrata fuori dalle mura di Roma). Evento che, per questa proclamazione, avvenuta l’11 giugno 1988, ha visto a Messina l’eccezionale presenza di Giovanni Paolo II.

In riferimento a quel fausto avvenimento che aveva fatto sorgere vari impedimenti e problemi organizzativi, in occasione di un suo intervento rievocativo, stilato per una pubblicazione che ne ricordava gli accadimenti, mons. Sgalambro – rifacendosi, come faceva spesso, al tema a lui caro dell’infallibilità del soccorso provvidente di Dio per chi lo invoca – ebbe a scrivere (in sintonia col salmista): “ Per quel giorno radioso la Provvidenza fece sciogliere come cera montagne di difficoltà e ostacoli”.

Nei nove anni di episcopato svolto a Cefalù, Sgalambro ha profuso Cefalù 1 °tutte le sue energie pastorali con il solito spirito di generoso servizio a beneficio delle anime di quella Diocesi a lui affidate,  lasciando un ricordo indelebile e forti sentimenti di affetto e gratitudine.

Ora, con le sue spoglie mortali, il Vescovo emerito di quella città, a lui cara, ritorna proprio là dove aveva operato con totale dedizione per parecchi  anni,  per essere devotamente accolto e quindi sepolto nella Cripta dei Vescovi, in cattedrale.

Con questo sentito ricordo, insieme al mio affettuoso e commosso saluto, sento di esprimere anche tutta la stima e la gratitudine, per l’amicizia che egli mi ha sempre calorosamente dimostrato, e per l’edificazione spirituale che ha saputo infondermi in tantissime occasioni.

 

Anastasio Majolino

Redazione1
di Redazione1 agosto 16, 2016 22:20


www.libreriadelsanto.it

RSS aleteia

  • Conoscete la cappella “verde” dedicata a San Francesco?
    È un giardino verticale completamente coperto di piante e da 3.000 alberi provenienti dai boschi dell’Europa centrale Nel Giardino Botanico di Roma, dal 5 giugno 2020 si può ammirare The living Chapel. La cappella vivente è stata realizzata da un’équipe internazionale di architetti, musicisti e artisti usando materiale riciclato, ed è un giardino verticale completamente […]
    Maria Paola Daud
  • I monasteri italiani portano avanti l’antica tradizione di realizzare candele a mano
    La maggior parte delle candele usate nelle chiese oggi è prodotta a livello industriale, ma qualche monastero italiano le realizza ancora a mano Il profumo della cera che brucia e la luce scintillante delle candele sono spesso associati alla pratica della fede cattolica. Le candele assumono un significato simbolico, con la luce che indica la […]
    V. M. Traverso
  • Il demonio che Gaudí ha nascosto nella Sagrada Familia
    Antoni Gaudí ha collocato l’immagine del diavolo come appare nella Genesi in un luogo che passa quasi inosservato ma pieno di simbolismo L’architetto Antoni Gaudí voleva che la Sagrada Familia di Barcellona fosse una catechesi sulla pietra. Per questo, è in ogni punto piena di immagini e di forme che rimandano alla Bibbia, alla liturgia […]
    Dolors Massot
  • In ogni stagione c’è almeno una pianta che fiorisce
    Vivere la comunione non è essere tutti uguali dentro uno schema che si ripete: è sapere che c’è un tempo diverso per ciascuno in cui sbocciare e della cui fioritura godono tutti. Di suor Patrizia Ameli La nostra casa a Grenoble è circondata da una chiesa, da una scuola e da un palazzo. Si trova […]
    Missionarie di San Carlo
  • La famiglia è un treno in corsa da cui vorresti scendere? Ritorna all’origine
    Esiste un vaccino per questa “malattia” e siamo noi stessi, la coppia, il nostro amore che va nutrito, custodito, rimesso al centro. Prendetevi dosi consistenti di voi… Se mi guardo indietro e analizzo la mia relazione c’è “un ingrediente” che ha fatto la differenza. Qualcosa che spesso si tende a sottovalutare. Soprattutto nelle nostra vita […]
    Matrimonio cristiano
  • Il primo gesto di carità? stare di buon umore!
    Perché, anche senza accorgersene, si illumina la vita agli altri Mi sono sempre chiesto come mai alcuni sentono il bisogno di interrogarsi su Dio e di mettersi in rapporto con Lui, mentre altri sembrano refrattari e indifferenti. Con gli anni mi sono reso conto che per tutti l’appuntamento con Dio arriva in un modo o […]
    Giuseppe Corigliano
  • Se non si diventa piccoli non si intuisce la grandezza del Vangelo
    Ecco perché il più umile contadino può avere del vangelo l’interpretazione più giusta rispetto al più preparato e superbo dei teologi. In quel tempo, nacque una discussione tra i discepoli, chi di loro fosse più grande. Allora Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore, prese un bambino, se lo mise vicino e disse loro: «Chi […]
    Luigi Maria Epicoco
  • Cosa è stato della Santa Croce su cui è morto Gesù?
    E come ha fatto Sant’Elena a riconoscerla? Buona parte della croce su cui è stato inchiodato Gesù si trova nella basilica di Santa Croce in Gerusalemme, a Roma, chiamata così proprio perché venne costruita per conservare questa venerata reliquia della Passione di Cristo. Sant’Elena, madre dell’imperatore Costantino, la fece portare a Roma in occasione di […]
    Maria Paola Daud
  • La scintilla del lunedì – Non siamo fatti per la morte
    Il rosso dell’autunno è una sentinella: se l’anima è matura e trabocca dal desiderio di bene potrà mai spegnersi nell’inverno? Il calendario ci informa che da qualche giorno siamo entrati nell’autunno e la prima immagine che ci viene in mente sono le foglie che cadono. La consideriamo la stagione del tramonto, quasi la stanza d’ingresso […]
    Annalisa Teggi
  • Da Scalia a Barrett, sprint di Trump per la Corte Suprema
    Trump sceglie l’allieva del celebre giurista italoamericano per sostituire l’icona liberal Ruth Bader Ginsburg. Ma i Democratici vogliono che sia il nuovo Congresso a ratificare la nomina, che porterebbe a 6 su 9 la maggioranza conservatrice alla Corte Suprema degli Stati Uniti La sabbia che scorre nella clessidra. Il cambio delle generazioni. Il simbolismo della […]
    Agi

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 88:
    • 203:
    settembre: 2020
    L M M G V S D
    « Ago    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  

    Login