Coronavirus: “Tempesta sanitaria-psico-sociale perfetta”, e seguente dilagare di disturbi mentali

Redazione1
di Redazione1 settembre 11, 2020 20:12

Coronavirus: “Tempesta sanitaria-psico-sociale perfetta”, e seguente dilagare di disturbi mentali

La terribile calamità piovutaci addosso con la pandemia da Coronavirus, che a causa dei suoi effetti nefasti, sul piano sanitario, psichico e sociale, si può definire una “tempesta perfetta”, nel momento in cui sembra allentare la morsa, e lasciare campo solo alla ripresa, prospetta invece un seguito non meno grave della stessa pandemia.

Innanzitutto per il fatto che non sarà facile riadattarsi alla normalità dopo un così lungo periodo critico, ma soprattutto perché, a causa del pesante periodo di paura, isolamento e limitazione di libertà (lockdown e quarantena), c’è seriamente da temere un dilagare di disturbi, riguardanti la salute mentale, di notevole entità e non poco prolungato. A partire da Irritabilità, aggressività, tachicardia, difficoltà di concentrazione, ansia, depressione, con possibilità di arrivare a forme di maggiore entità come ipocondria, disturbi ossessivo-compulsivi, attacchi di panico, fino a stati di confusione mentale, ma anche a forme di depersonalizzazione e derealizzazione.  Quest’ultimo disturbo psichico, derivante in particolare dalla costrizione a isolamento, solitudine, privazione di libertà e contatto sociale, Il soggetto può sentirsi fuori dalla realtà, avvertendo senso di distacco dall’ambiente circostante (persone, cose, mondo esterno) con sensazione di irrealtà.  Tutti malesseri da ascrivere alla sindrome post-traumatica da stress, generata dal Coronavirus con annessi lockdown e quarantene.

Insomma, siamo di fronte ad un insieme polimorfo di fattori devastanti che fanno di questa pandemia il peggiore disastro dall’inizio del secolo, segnando il 2020 come un “annus horribilis” indimenticabile. Praticamente, una crisi generalizzata in grado di incrinare identità psicosomatiche individuali e collettive con serie conseguenze, oltre che sanitarie, anche economiche, sociali, politiche determinando così una crisi culturale epocale da mettere in ginocchio il ”superattrezzato” e orgoglioso uomo postmoderno.

Ora, ci sembra interessante cercare di inquadrare i vari disturbi psicologici, che già si manifestano numerosi, secondo un criterio che evidenzi il nesso tra i tipi di stress accusati e i relativi effetti disturbanti. Una correlazione che si riallaccia ai princìpi della Teoria generale dei sistemi, secondo cui l’essere vivente rappresenta una entità biologica dotata di organizzazione sistemica autoregolata e fondata su scambi di informazione circolari a feedack, mediante input e output, tra essere umano e ambiente.

Ebbene, in base a questo criterio possiamo distinguere tre tipi di stress in riferimento alle condizioni che si sono verificate nella calamità da Covid-19: il primo, prodotto da carenza di stress, il secondo dovuto a stress in eccesso, e il terzo derivante da sovraccarico di informazione, per di più contraddittoria e allarmante.

Nella prima fascia, pertanto, vanno situati i fattori disturbanti relativi al bene di cui la persona è stata privata (socialità, contatti fisici, manifestazioni affettive, libertà di attività esterna e di spostamento), in cui sono  prevalenti: depressione, sfiducia, astenia, tensione psiconervosa, irritabilità, tendenza ad autorelegarsi in casa per paura che permanga il rischio di contagio; inoltre distacco dalla realtà quotidiana, perdita di interessi, manifestazioni psicosomatiche come cefalea, tachicardia, disturbi gastro intestinali, abuso di alcool e altre sostanze.

Mentre nella seconda striscia vanno collocati gli effetti del malessere accusato in modo diretto (sofferenza fisica, ansia, agitazione, paura del contagio, angoscia da quarantena e minaccia per la vita propria e dei propri cari nelle situazioni critiche), in cui prevalgono sindromi ansiose-depressive, ipervigilanza, agitazione, scarsa concentrazione, stato di allarme, incubi, fobie ossessive, ipocondria, disturbi ossessivo-compulsivi, attacchi di panico, confusione mentale; fino al verificarsi, in soggetti predisposti, di vere e proprie psicosi.  Al terzo posto, infine, ci sono gli effetti derivanti dalla straordinaria criticità di un contesto epidemiologico caratterizzato da martellante flusso di informazioni allarmanti, in certi casi anche attraverso immagini particolarmente impressionanti, la cui diffusione ha trasformato la pandemia in un terrorizzante fenomeno mediatico. Una condizione destabilizzante da cui scaturiscono principalmente incertezza, insicurezza, ansia, con terrore al pensiero di un’ondata di ritorno del Coronavirus, per le incaute informazioni trasmesse dai media e autorità improvvide che spesso ne prospettano il pericolo incombente, da cui possono derivare paure assillanti e incubi notturni.

Per quanto riguarda la terapia, gli strumenti idonei a curare adeguatamente questi malesseri, complicati da vari fattori, poggia su due pilastri: la farmacoterapia e la psicoterapia. Mezzi di cura fra loro non alternativi e utilizzabili mediante applicazioni anche combinate a reciproco sostegno. Ma nonostante l’efficacia di psicofarmaci sempre più raffinati ed efficaci, nelle forme psicopatologiche di tipo funzionale persistenti (tipo nevrosi e psicosomatosi), correlate a modelli comportamentali derivanti da fattori traumatici o di apprendimento, acquisiti nel passato remoto così come in quello recente di cui si tratta, la psicoterapia costituisce il rimedio fondamentale per la sua capacità di agire anche, e soprattutto, sulle risonanze emotive disturbanti impresse nella memoria emotiva.

Anastasio Majolino

 

    

Redazione1
di Redazione1 settembre 11, 2020 20:12

RSS aleteia

  • I padri più grandi del mondo: uomini santi che hanno allevato santi
    L’amore di un buon padre può essere un’icona dell’amore di Dio Padre, che spiega ai suoi figli la verità per la quale sono amati al di là di ogni immaginazione. Questo tipo di amore rende molto più semplice il fatto di ricevere l’amore di Dio e di donargli il nostro cuore, rendendo santi i figli […]
    Meg Hunter-Kilmer
  • Pensavate che la vostra vita sarebbe stata facile per il fatto di essere cattolici?
    “Del resto, tutti quelli che vogliono vivere piamente in Cristo Gesù saranno perseguitati” (II Timoteo 3, 12) Essere cattolico è la cosa migliore che mi sia capitata. Mi sento felice, accolto nella nostra santa Madre Chiesa. Non è perfetta, ma la amo. So anche che praticare la fede e perseverare nella preghiera non mi libererà dalle […]
    Claudio De Castro
  • Alfredo Infante, un Gesuita che esercita il suo sacerdozio tra guerre e conflitti
    Il fuoco incrociato tra le bande criminali per il “controllo della zona” e tra queste e i corpi di sicurezza dello Stato è “il pane quotidiano” a La Vega, un insieme di quartieri a sud-ovest di Caracas (Venezuela). Negli ultimi mesi, prendere precauzioni serve non solo a evitare la pandemia di coronavirus, ma anche a […]
    Ramón Antonio Pérez
  • La preghiera quotidiana che può trasformare la vostra vita
    Molti di noi stanno vivendo con il pilota automatico inserito, saltando da un compito all’altro, non permettendosi tempo o spazio per la contemplazione, o sprecando il proprio tempo in cose prive di importanza. Sant’Ignazio, sacerdote spagnolo, teologo e fondatore dei Gesuiti, ha scritto gli Esercizi Spirituali, un insieme di meditazioni cristiane, preghiere ed esercizi mentali […]
    José Miguel Carrera
  • Erdoğan vuole trasformare in moschee tutte le chiese cristiane della Turchia?
    La Turchia vuole trasformare in moschee tutte le chiese cristiane? È la domanda posta senza giri di parole dal sito Cristiani Today, che si chiede quale sia la politica del Governo di Recep Tayyip Erdoğan per quanto riguarda i templi cristiani esistenti nel Paese a maggioranza musulmana ma in teoria laico. Il reportage parte dal […]
    Francisco Vêneto
  • 105 anni appena compiuti, pregando ogni giorno San Francesco di Paola
    Il suo legame con San Francesco di Paola si è rinsaldato con la preghiera anche nel giorno del suo 105esimo compleanno.   Anna Mangione, la donna più longeva di Pizzo Calabro (Vibo Valentia), nata il 17 giugno 1916, nel clou del primo conflitto mondiale, era poco più che trentenne quando superò anche la seconda guerra. […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Incorporei, innumerevoli, “soffi” di Dio: così si presentano gli angeli
    Viviamo in un mondo circondato da spiriti la cui trascendenza è constante, ma più in là delle costellazioni e delle stelle, esiste un universo celeste i cui abitanti sono gli spiriti puri, ossia gli angeli, creature fuori dalle dimensioni temporali normali e che non un corpo umano. Non si possono quantificare Questi spiriti puri sono […]
    don Marcello Stanzione
  • Il bimbo più prematuro del mondo compie un anno, auguri Richard!
    Tanto piccolo, ma con un nome lunghissimo: Richard Scott William Hutchison. Altisonante come il nome di un re o di un principe e in effetti si merita squilli di tromba e una festa in grande stile. Ma in realtà gli è bastata una torta di panna da poter pastrocchiare con le mani. Lo scorso 5 […]
    Annalisa Teggi
  • Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livorno
    Nella diocesi di Livorno sarà possibile celebrare il matrimonio religioso anche in casa. La disposizione ha ricevuto il via libera da parte del consiglio presbiteriale, come riporta il settimanale diocesano. Il rifiuto di sposarsi in chiesa «Con questa disposizione – spiega il vescovo di Livorno Simone Giusti – abbiamo pensato di facilitare in parte un […]
    Gelsomino Del Guercio
  • Roberto Mancini e la sua fede: “La Madonna è la mamma di tutti noi”
    Il sostegno della Madonna e la fede sono la forza del ct della Nazionale Roberto Mancini. «Io sono credente cattolico, praticante. Sono cresciuto all’oratorio sotto casa, è stata una grande fortuna». Queste le parole di Roberto Mancini intervistato da monsignor Dario Edoardò Viganò nella puntata del 19 giugno di “A sua immagine”, il programma religioso […]
    Gelsomino Del Guercio

Messina Religiosa su FaceBook

Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

RSS Sir

Commenti recenti

     

    • 142:
    • 200:
    giugno: 2021
    L M M G V S D
    « Mag    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    282930  

    Login